VERBALE del CONSIGLIO PASTORALE del giorno 18 Giugno 2018 ore 21.

Sono presenti: Don Enrico, Claudio Nieri, Natali Roberto, Roberto Verdino, Silvia Mattavelli, Vaghi Lucia, Zambello Cristina, Gavazzi Aurelio, Suore, Marco Salerno. Assenti giustificati: Giuseppe Riboli, Silvana Furli, Teresa Marraieni, Milesi Gianluigi. Assenti ingiustificati: Silvia Bruni, Danzo Roberto, Mondello Carola, Carbone Simona.

1: Introduce Don Enrico con la preghiera iniziale.

Don Enrico ringrazia per la cena condivisa appena terminata a cui i consiglieri hanno partecipato. Una bella occasione per stare insieme.

Comunica alcuni momenti che si terranno nella nostra Parrocchia a breve: domenica 1 luglio alla S. Messa delle 10:30 Don Gabriele celebrerà una delle sue prime messe da noi. Di seguito pranzo condiviso in Oratorio per stare insieme e festeggiarlo. Sabato 14 luglio alla S. Messa delle ore 18 Don Natale celebrerà una delle sue prime messe da noi. A seguire in piazza un piccolo rinfresco e i saluti.

Viene presentato Marco Salerno, presente in consiglio. Già figura importante all’interno della società sportiva Boys, Marco potrebbe essere un possibile cooptato come consigliere. Sicuramente sarà tenuto in considerazione all’interno della Commissione gestione Oratorio e Pastorale giovanile. Gli viene data la parola: espone la realtà del Boys oggi non solo come presenza sportiva all’interno del nostro Oratorio ma anche realtà importante che attraverso le attività sportive è capace di coinvolgere i ragazzi nella realtà dell’oratorio e della parrocchia. La sua speranza è una presenza maggiore di ragazze/donne all’interno della società sportiva.

2: Cosa abbiamo fatto quest’anno? Piccola riflessione (non un elenco di cose) sul cammino.

Prende la parola Don Enrico: lo spunto per la riflessione ci è stato mandato assieme alla convocazione, una scheda non proprio semplice della commissione diocesana lateranense. Anche se è una esperienza non nostra fondamentalmente negli spunti e nelle esperienze è molto simile alla nostra realtà. Il nostro compito è cercare di focalizzare i bisogni, le necessità e le richieste della nostra parrocchia. E’ anche uno spunto per poterci preparare alla visita pastorale che il nostro Arcivescovo Delpini farà prossimamente. Don Enrico chiede a tutti un piccolo contributo orale sulla lettura di questa scheda e una piccola riflessione su quello che si è fatto o che si deve ancora fare nella nostra Parrocchia.

Intervengono:
Lusenti: il testo è molto difficile ma anche molto vero. Molto vera la riflessione sull’importanza della posizione economica rispetto alla veridicità della propria esistenza che purtroppo si registra ultimamente nei rapporti umani. Manca una attenzione all’altro per poter intervenire con l’aiuto. C’è bisogno di combattere il concetto soldo/successo per arrivare all’altro.
Verdino: analisi del testo abbastanza complessa, non semplice ma molto vera. Non si riesce a carpire gli spunti perché troppo difficile. L’importante è metterci passione nelle cose che si fanno e si vogliono fare. Lo propone come compito delle vacanze.
Gavazzi: la nostra Parrocchia è un cantiere aperto sia materiale che di pensieri; anno per anno passo per passo. Vede la necessità di una proposta formativa per i ragazzi/giovani che è il motore della fede e che fa muovere le cose.
Baldi: è stata una lettura ostica ma veritiera come la nostra realtà. Valorizzare nella nostra parrocchia le persone anziane che sono la nostra storia, le famiglie con i bambini e i ragazzi.
Natali: la creazione dei settori nella nostra parrocchia è stata una cosa molto positiva e bisogna puntare su questa strada, condividerla il più possibile con le persone già coinvolte e da coinvolgere.
Vaghi: la scheda non è facile ma è di spunto per la nostra realtà. Sono state fatte assieme cose molto importanti che hanno fatto collaborare più persone e di vari settori. Serve sicuramente più condivisione e disponibilità di persone per evitare che i soliti che sono sempre disponibili facciano troppe cose e si sentano caricate di troppo responsabilità.
Nieri: gli eccessivi impegni a livello decanale distolgono lo sguardo sulla cura del nostro territorio, anche se lo scambio di esperienze è sicuramente positivo per una crescita comune.

Non essendoci più interventi, Don Enrico evidenzia che – al di là dei contenuti specifici – lo scopo della serata comunque è stato raggiunto; chiede di riflettere con la calma dell’estate sul testo preso in esame per poi a settembre riprenderlo per un esame più approfondito.
A settembre si valuteranno poi le commissioni che si sono formate per dare una linea di lavoro un po’ più dettagliata e un coinvolgimento di qualche persona in più per meglio distribuire il lavoro.
Per quanto riguarda la comm. pastorale giovanile bisognerà coinvolgere qualche adulto per rendere più responsabile il lavoro.

3: Varie e eventuali

Si passa ai saluti finali, ringraziando tutti i consiglieri per il lavoro svolto e la disponibilità dimostrata. Ci si dà un arrivederci a settembre dove il primo consiglio pastorale, dopo la pausa estiva, avrà all’ordine del giorno ancora la riflessione su questo testo, magari un po’ sintetizzato, che sarà guida e consiglio per la ripresa delle nostre commissioni.
Interviene Mondoni: comunica le sue dimissioni in quanto caratterialmente si sente più un uomo di lavoro manuale che un consigliere adatto alle riunioni. Rinnova la sua disponibilità al servizio della parrocchia. Viene ringraziato e salutato da tutti.
A questo proposito Don Enrico comunica che per i consiglieri che ormai da tempo non danno più nessuna notizia di presenza scriverà personalmente una lettera di ringraziamento e saluto.
A settembre a ripresa lavori, si penserà a coinvolgere gente nuova.

Ultima comunicazione: il giorno 2 luglio p.v. si riunirà in oratorio la commissione per la festa patronale, aperta a tutti, per verificare a che punto siamo.

Dono dell’estate da parte di Don Enrico a tutti i Consiglieri: il libretto La Parola del Giorno “Ritornare al Padre” il Profeta Geremia, il Profeta della Misericordia.

Saluti generali, chiusura consiglio ore 22:45. Buona estate!

Il Segretario f.f.                                               Il Parroco
Lucia Vaghi                                        don Enrico Parazzoli