Il percorso per il Battesimo si apre con un colloquio con il Parroco, che consenta una conoscenza e permetta di concordare la data della celebrazione. Normalmente nella nostra Parrocchia i battesimi vengono celebrati la terza domenica del mese alle ore 16. La seconda domenica del mese o comunque la domenica precedente i battesimi – durante la messa delle ore 10.30 – si svolge la “presentazione” dei battezzandi alla comunità, con la presenza dei genitori, e possibilmente di padrini e madrine. La preparazione al Battesimo avviene con un incontro a casa, concordato con una coppia della parrocchia che incontra la famiglia del battezzando per un momento di conoscenza, e con un incontro concordato con il Parroco nella settimana precedente la domenica della presentazione. L’essenziale è che la richiesta del Battesimo non sia solo un atto formale ma che manifesti un desiderio e una consapevolezza all’accesso alla vita cristiana.

Modulistica online

Data e orario per la celebrazione del battesimo

Data e orario per la presentazione alla comunità

Data e orario per l'incontro di preparazione

Data e orario per l'incontro in casa con una coppia incaricata dal Parroco

La data verrà concordata in seguito agli incontri con il Parroco.

Dati del/della bambino/a

Dati dei genitori

Dati del padrino e della madrina

Noi genitori o chi ne fa le veci (tutti i consensi richiesti):

Per il battesimo basta un solo padrino o una sola madrina, ma si possono ammettere anche un padrino e una madrina (c, 873). Per essere ammessi all'incarico di padrino è necessario che il fedele: sia scelto dal battezzando se adulto e, per l'infante, dai genitori o da chi ne fa le veci, o dal parroco o dal ministro e abbia l'intenzione di esercitare questo incarico; abbia compiuto sedici anni, a meno che il Vescovo diocesano abbia stabilito una diversa età oppure il parroco o il ministro del sacramento ritengano, per g;usta causa, di fare eccezione; sia cattolico, cresimato, comunicato e di vita coerente alla fede e all'incarico che assume, non sia colpito da pena canonica legittimamente inibita o dichiarata; non sia il padre o la madre del battezzando (c.874). L'idoneità del padrino va giudicata non soltanto in base ai requisiti canonici obiettivamente verificabili, ma anche all'effettiva attitudine e volontà dl cooperare all'educazione e crescita cristiana del battezzando.

Il trattamento di questi dati è soggetto unicamente al Decreto generale della Conferenza Episcopale Italiana “Disposizioni per la tutela del diritto alla buona fama e alla riservatezza” (20 ottobre 1999). La Parrocchia attesta che i dati conferiti saranno utilizzati per organizzare e realizzare le proprie attività educative e per le altre attività di religione o di culto. Questi dati non saranno diffusi o comunicati ad altri soggetti. È comunque possibile richiedere alla Parrocchia la cancellazione dei propri dati.

Dopo aver premuto "INVIA", apparirà un messaggio di conferma di avvenuto invio del modulo. Se non è possibile inviare il modulo, controllare di aver compilato correttamente tutti i campi richiesti.